CONSIGLIO DI LETTURA … 5

 

139

Buongiorno! 🙂

Dalla mia Biblioteca oggi prendo … “IL PICCOLO PRINCIPE” di Antoine De Saint-Exupéry. Lo avete letto?

Ne ho diverse edizioni, fra cui una in lingua friulana.

IL PICCOLO PRINCIPE

I miei appunti/pensieri?

Capitolo 6: Parlando del Sole … quando negli Stati Uniti è a mezzogiorno, in Francia sta tramontando. E basterebbe un minuto per “correre” in Europa per vedere questo spettacolo! … e ho pensato alla Stazione Spaziale Internazionale a quante albe, tramonti vede ogni giorno! Che meraviglia i loro filmati da lassù! 🙂

Capitolo 25: “Bisogna cercare con il cuore” . Imparare a meravigliarsi sempre. Ogni gesto, ogni cosa-grande o piccola- che vediamo vicino a noi, … deve sorprenderci!

” (Il disegno della volpe) andrà bene, i bambini capiscono” Non perdere la fantasia! Mai!

Capitolo 26:”Guardare tutte le stelle che ridono” Saper cogliere nella “normalità” il lato positivo, il lato felice, che ci fa sorridere, sempre!

________________________________________________

Non è facile leggere in lingua friulana. Ci vuole pazienza, lentezza, perchè non è scorrevole come in italiano, si torna spesso indietro con la frase per capirla meglio, ma alla fine del capitolo … che gioia!

Come tutte le cose, è una questione di esercizio, di prove su prove, di lettura su lettura,  ma alla fine si è ben ripagati!

Ricordo … quando ero piccola (periodo delle Elementari) andavo nei pomeriggi a casa dei nostri vicini. Ad Angelo (Agnul in friulano) leggevo l’ Almanacco Friulano . E’ un ricordo visissimo e indimenticabile! Racconti di favole, poesie, storie di personaggi della nostra Regione, consigli agricoli …  e se sbagliavo nella pronuncia, si rideva sempre in compagnia della moglie Stellina.

Dovete sapere che basta spostarsi di qualche chilometro e la pronuncia di un vocabolo cambia da paese a paese! Succede anche con il vostro Dialetto regionale?

Pensando ai nomi … Angelo, Stellina, racconti di qua e di là del Friuli, … forse è partito (anche) da queste letture, da queste compagnie, il mio amore per la Storia, per la Lingua, per il Cielo, per i Pianeti, per la mia Regione! 🙂 Niente è dato dal caso.

Ritornando al nostro Libro, in seconda pagina l’Editore informa che (se vi interessa 🙂 )  il libro è anche tradotto in Veneziano, Triestino, Trentino e Livornese! Deve essere bello leggerli, anche da chi (come me) non conosce queste Lingue (o quasi. Avete mai ascoltato in Radio, Ariella Reggio e Alessandro Fullin con “Ritorno a Miramar” ? 🙂 Un groviglio di vicissitudini tra passato e presente ambientate nel Castello di Miramare in quel di Trieste, con l’amata Principessa Sissi  🙂 🙂 🙂 ) … in quel di Trieste … un pensiero anche al grande Maestro Lelio Luttazzi e il suo amore per la musica.

Buona lettura!

Mandi mandi

Beta

P.S. Gli “appunti” che indico sono alcuni di quelli che (per la mia vita) mi hanno colpito di più nella lettura del libro. Il libro è vivo e (come per magia) le sue parole si incastrano perfettamente alla nostra vita. E lo rendono speciale, unico, nostro!

_____________________________________________________

Per saperne di più:

IL PICUL PRINCIP di Antoine de Saint-Exupéry – Traduzione di Albino Manfredo- Edizione Programma – 2°ed.Marzo 2016

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli  NON sono sponsorizzati dai Link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

 

 

CONSIGLIO DI LETTURA … 4

139

Dalla mia libreria prendo … “SBAM” di Jovanotti.

Grazie a Beta-figlio che mi ha “contagiato” nell’ascolto della sua musica, nella lettura dei testi e adesso del libro! 🙂

Senza dimenticare il film del viaggio in bicicletta di Jova in Nuova Zelanda!!! 🙂 Visto? 🙂

Ma torniamo al libro!

SBAM

Per prima cosa il profumo delizioso della carta!!! Adoro annusare il profumo dei libri appena acquistati! E voi? 🙂

E poi l’impaginazione: come tutte le cose nuove, che non conosciamo, mi ha spiazzata: troppi colori, fantasie nelle scritte dei paragrafi, caratteri delle pagine una diversa dall’altra … ma poi, iniziando a leggere, è scattata la magia!

Sono entrata nel magico mondo di Jova e voilà : un bellissimo (e anche commovente) diario di viaggio, pieno di amore per la musica, per la famiglia, per gli amici … per la Vita!!!

Posso dirlo? E’ stato un bella lezione : mai, mai criticare prima di conoscere, vale per le cose (in questo caso un libro super-color-fantasioso) ma vale anche per le persone, per le situazioni che ogni giorno incrociamo nella nostra esistenza.

Ecco le parole che più mi hanno toccato:

Scrive “ETERNAMENTE GRATO”. Bravo, continua così Jova.Bisogna essere GRATI della vita e delle persone!

pag.9 : “Se mi emoziono io si emozionerà anche altra gente … Esiste l’anima individuale ma anche la grande anima di tutti, che è connessa molto bene”. 

Capita anche a me.Ho sempre paura di esprimere le mie emozioni, le mie idee, … poi ti trovi con amiche, tra una chiacchiera e l’altra ti accorgi che anche loro hanno avuto lo stesso dubbio, sensazione,… e con una risata si risolve tutto.Mi è capitato anche leggendo articoli di alcune voi , amiche del web! Alla fine si sta così bene, si è serene, felici di aver condiviso un dubbio, una gioia (e perchè no)anche una paura!

pag.10: Su situazioni tristi della vita successe a Cortona (tranquillo Jova, succede anche a Udine ) un pensiero“Fiocchi rosa o celesti ne abbiamo? Tirateli fuori, per favore, anche per finta, fatelo per me … provare a far parte delle cose che succedono tentando di portare acqua al mulino delle cose belle, il più possibile…

Ci ho pensato anch’io tante volte, soprattutto in quest’ultimo periodo … l’attesa di una nuova vita, di una nuova gioia. Cuginetti anche di ottavo grado avantiiiii! 🙂

pag.15: Pensiero sul Web, sulla Rete “E’ come se ci avessero messo a disposizione un’astronave e molti hanno deciso di usarne solo il bagno … ignorando che … si possono raggiungere i confini della Galassia …”

Vero!La Rete è magnifica! I siti che consiglio (le parole rosse o blu) hanno articoli allegati, schede, cartine, … che ho naturalmente scaricato e letto! E poi ci sono i  collegamenti con altri siti che aprono altre meravigliose “stanze” di conoscenza. Non vi svelerò maiii 😉 quante cartelle ho salvato! 😉

Non fermiamoci alla prima immagine (o come dice Jova “usare solo il bagno”), stacchiamoci qualche minuto dal resto del mondo, e apriamo-partiamo per una nuova destinazione, per una nuova conoscenza. Sarà comunque una bella pagina scritta in più nella nostra Conoscenza.

pag.141:“Il mio girovagare aveva anche un nome:Viaggi domenicali minimi…percorsi come se fossero la Savana o le Ande.Con lo stesso sguardo degli esploratori che scoprono nuove terre”. 

Che bella definizione “Viaggi Domenicali”! Ogni giorno, anche un giro in città o un viaggetto di pochi chilometri possono donare delle sorprese naturalistiche, architettoniche, storiche … io sono sempre con gli occhi aperti! 🙂

pag.142: “In questi posti … ho l’impressione ci sia il più grande lusso di quest’epoca, ciò che non puoi più comprare: il silenzio e il tempo”.

Soprattutto in montagna, succede anche a me … Seduta su un prato, oppure camminando lungo un sentiero, le ore scorrono lentamente nel completo (o quasi) silenzio. E si attiva finemente l’udito, l’odorato, il tatto … Meraviglioso! 🙂

pag.156:“Un algoritmo … non è in grado di dirci … su come, perchè o con chi vogliamo mangiare un piatto…”

“Le emozioni….rendono la nostra esistenza piena di senso”.

“Le emozioni sono quell’imprevedibile leggerezza dell’esserci che testimoniano il fatto che, a differenza delle macchine, noi viviamo esistenze uniche e irripetibili”.

Sapersi emozionare, davanti ad un film, ad una canzone, ad una persona! Siamo proprio fortunati! 🙂

E poi … poi consiglio di leggere gli articoli dei suoi amici una prima volta quando “ve lo dice” Jova  nel suo Diario e poi una seconda volta, uno a uno, con calma, perchè ognuno è una storia di Vita. Ognuno ha qualcosa che mi ha meravigliato, mi ha fatto sorridere, mi ha fatto pensare … fra tutti …  “UNA MAMMA CHE NON HA PAURA” di Vasilij Grossmann , “OCEANI DI PLASTICA” di Giovanni Soldini e”PRIMA DI INTERNET” di Emma Rathbone .

Mi sa che ho preso la malattia della Hunziker a Sanremo, ripetendo mille volte l’aggettivo Meraviglioso. Da oggi oltre alla ben nota #pieralbertangelaite ho anche la #meravigliosite acuta! 🙂 🙂 🙂 #sempreconilsorriso

E poi … e poi, se vi ho incuriosito,via in libreria (aprendo la porta mi raccomando) altrimenti SBAM! 😉

Buona Lettura!

Mandi Mandi

Beta

P.S. Gli “appunti” che indico sono alcuni di quelli che (per la mia vita) mi hanno colpito di più nella lettura del libro. Il libro è vivo e (come per magia) le sue parole si incastrano perfettamente alla nostra vita. E lo rendono speciale, unico, nostro!

_____________________________________________________

Consiglio di lettura:

“SBAM il diario di viaggio di Jovanotti di Lorenzo”Jova” Cherubini -Mondadori Libri SPA-ed.2017

_____________________________________________________

I miei articoli  NON sono sponsorizzati dai Link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.