una STORIA del CORMOR

Buongiorno.

All’insegna del … #chihatempononaspettitempo 😅 e del #Betastarefermamai?!?! 😅🤣 volete che mentre faccio un pò di homegym … non faccia altro?!?! Naaaaa! 😉

Cuffiette ben allacciate e mentre corro, imparo ascoltando. 🥰

Guardo i titoli e mi attira uno in particolare … “LE LOTTE DEL CORMOR.

Pensavo a lotte durante l’ultima guerra nelle vicinanze di questo Torrente, ma invece si tratta di uno sciopero al contrario: popolazione che, per un posto di Lavoro, sciopera … lavorando!

Mani che hanno scavato la terra, per rendere il canale (o parte di esso) più sicuro, contro le frequenti esondazioni; mani che hanno aiutato portando viveri; occhi che fungevano da sentinella sugli alberi; corpi che hanno fatto da “scudo” contro l’arrivo della Pubblica Sicurezza, …

esempio di canalizzazione lungo la Bassa Friulana

… e voci, tante voci, di giovani, di donne, di uomini, che mi hanno raccontato di Solidarietà Umana, di Senso d’Unione, di Amicizia, di Dignità della Persona, di Miseria, di Donne, di Rispetto di se stesso e degli altri, di Fare il Proprio Dovere per il Bene Comune.

E poi le voci di chi racconta, da testimone, da storico, da giornalista, da religioso, per non dimenticare e (come è capito a me) per far conoscere questa Storia.

Si parla di Colletta Alimentare e di Mensa comune ante litteram, in cui ognuno dava qualcosa e come sempre accade, “una goccia più una goccia … si forma il mare” ed ecco un Risotto con piselli per tutti (in friulano Risi e cesarons).

Si parla di Rispetto per la Cultura Contadina e di Dovere Civico da parte di Intelettuali, tra cui Pier Paolo Pasolini, Carlo Levi, Giorgio Celiberti ed il pittore Giuseppe Zigaina, di cui mi soffermerò adesso con più consapevolezza davanti alle sue opere.

Come quando, ripercorrendo in bicicletta 🚲🚲queste zone, tra cui il Bosco di San Gervasio, guarderò con maggior attenzione (anche) il canale, magari pensando a chi si è unito a questa protesta arrivando in bici (si parla degli anni ’50) da Treviso.

Buon Ascolto e Buona Conoscenza. 👋👋

Beta

#conoscerefabene #conlaCulturasicresce #iomangioCultura 😍

_____________________________________________________

Per saperne di più:

“Le lotte del Cormôr. Un garbato sciopero alla rovescia”

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli NON sono sponsorizzati dai link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

GENNAIO, la porta dell’Anno.

Buongiorno e Buon NUOVO Anno!

Anno iniziato con tanta, tanta neve sulle nostre montagne!

Cuant che e ven la nêf prin de Pifanie a vuelin siet comaris par puartâle vie.

Quando la neve arriva prima dell’Epifania, ci vogliono sette comari per portarla via!

E abbiamo sentito anche dei tuoni !

Se al tone in zenâr, o varìn un altri unvier.

Se in gennaio tuona, avremo un altro inverno.

Spero in un cielo sereno almeno al tramonto del giorno 10 per losservazione “vicina” di tre dei nostri Pianeti.

Altrimenti mi consolerò con la Stazione Spaziale Internazionale e con le fasi lunari, sempre affascinati 😍 … nuvole permettendo!😅#vederepositivosempre!

Giornate/mesi … un pò strani ma io vado avanti, non mollo.

RISPETTO delle REGOLE è la parola d’ordine verso me stessa e verso gli altri .

E nell’attesa di panorami mozzafiato …

… ci sono “montagne” di libri, pdf, fascicoli, siti web che mi aspettano di essere “scalati” …

… per un “tuffo” nella Cultura ! Giornate da 48 ore nooo!?!?🤣😍

Per continuare a essere #unacuriosacomeunascimmia 🥰 e per meravigliarmi ad ogni passo!

Quando sui Socials pubblico delle foto con l’# #echimispostadafvg è perchè la mia Terra mi ha meravigliato un’altra volta, in ogni ambito della Cultura.

Il mio desiderio è che ogni persona metta #echimispostada… ed il nome della propria Regione, non per un senso di campanilismo, ma perchè ci si accorge di quante persone/cose/luoghi/… belli, straordinari ci sono a casa propria.

Guardiamo con “occhi nuovi” ciò che ci vive intorno, il resto ce lo faremo “raccontare” dalle storie di tanti altri “regional-sedentari”😉… sedentari perchè conoscitori della propria Regione, sia chiaro.

Buone letture, camminate e osservazioni a tutti! 😍 #maiabbattersi !

Sapete cosa però? Mi mancano gli abbracci, mi mancano tantissimo … e non solo quelli vegetali!

Un Buon Inizio Anno a tutti, sempre con grande fiducia nella Ricerca. 👍💪🤝

Beta

P.S. Come da tradizione decennale, preparo le Calende.🥰

_____________________________________________________

Per saperne di più:

“IL GRANDE LUNARIO DEL FRIULI Santi, Feste e tradizioni del ciclo dell’anno”a cura di Mario Martinis  – Editoriale FVG Spa (2008)

“IL FRIULI” di Lea D’Orlandi – Ristampa anastatica a cura della Società Filologica Friulana di Udine (1987)

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli NON sono sponsorizzati dai link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

BUONA NATALE 2020!

Buongiorno!

Questo sarà un Natale particolare si sà, ma ho cercato di donare sorrisi con pacchetti regalo / fai da te.

Grazie, da lassù, alla creatività 💗 di papà e …

… di mamma : tra i suoi amati gomitoli di lana ho trovato alcuni e … 💡 idea! Avevo delle sfere di polistirolo e sfogliando una rivista … ho preparato delle palline natalizie lanose!😍

Piano piano, con la lana scelta sono riuscita a prepararne una per ogni personana a noi cara. Magia da lassù!💗Spedite in lungo e in largo per la mia Regione e anche oltre.🥰

Perchè, come diceva papà “Cumbinin, cumbinin!” . Tradotto dal friulano “Combiniamo, combiniamo”.

Si trova sempre una soluzione per far felici le persone.😍

Buon Natale amici del web!

Ci “leggiamo” la prossima settimana per altri auguri, altri pensieri solidali, per un Anno Nuovo veramente, fuori (con tanti sorrisi) e dentro (con un Cuore grande grande).🥰

Buone giornate!🎄👋👋

Beta

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli NON sono sponsorizzati dai link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

BIGLIETTI RICICLOSI! :)

Buongiorno!

Sistemando le cartelle fotografiche dei miei lavori, ho trovato queste creazioni handmade con la carta per dei decori natalizi davvero originali e riciclosi, come piace a me.

Buon divertimento!

Iniziamo con i biglietti d’auguri.

Con delle sagome rotondeggianti bianche e ritagli rossi, ho realizzato dei Babbi Natale sorridenti.

Mentre disegnando degli ovali e dei rettangoli … ecco a voi delle Alci 🥰 canterine!🎵🎵🎵

Ritagli di cartoncini, di diversi colore, forma, decoro, … qualche nastro luccicoso, una decorazione natalizia di una carta regalo, et voilà : Biglietti unici per persone uniche nel nostro 💗!

Su fogli bianchi, incolliamo delle immagini (tratte da riviste, pezzetti di carta da pacchi, cataloghi,…) e poi lasciamo libertà e fantasia nel colorare ai nostri ragazzi, pensando alla persona che lo riceverà.

All’insegna del #faidateconte !👨‍👩‍👧‍👧

Alzi la mano chi ha dei puzzle incompleti!🙋‍♀️ Dopo tanto giocare con i bimbi, non si sà come, sparisce sempre qualche pezzo!😅 E allora perchè non colorarli (sul retro, non sulla parte dell’immagine) con della tempera, incollarli su del cartoncino rigido e decorarli (io ho usato dei piccoli disegni di carta da pacco) usandoli come bigliettini per il nome, da infiocchettare al pacco regalo.

Su dei fogli A4 di cartone rigido incollare dei disegni natalizi, due fori alle estremità per un bel fiocco ed ecco pronto un pacchetto porta-regalo veloce veloce.

Riciclare fogli di quaderni della scuola colorando con le matite e utilizzarli, dopo averli tagliati a rettangolo, come bigliettini per il nome .

Oppure possiamo creare i bigliettini cerosi!😍 Splendida idea!

Si utilizzano tutti i pezzetti di pastelli a cera, troppo piccoli da tenere in mano, che rimangono in fondo alla scatola e/o astuccio. Si grattugiano come fossero carote 😊 e poi se ne mette un pò (sbizzarritevi con i colori! Multicolori, tonalità scura e tonalità chiara, … largo alla fantasia!😍) … dicevo … se ne mette un pò sul foglio bianco, si copre con carta da forno, si appoggia sopra il ferro da stiro caldo … e magiaaaa!🥰

Buon impacchettamento!

Alla prossima idea!👋👋

Beta

P.S. Un consiglio? Preparate in anticipo questi lavoretti (abbiamo undici mesi!) così nelle settimane che precedono il Santo Natale, basterà decorarli un pò di più, personalizzarli con il nome, … insomma renderli unici per persone uniche!💗

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli NON sono sponsorizzati dai link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

a.a.a. DECORAZIONI DI NATALE cercasi!?!

Buongiorno!

Siete a corto di idee per gli addobbi dell’albero o per un “pensiero” ai vostri cari ? Vi lascio una carrellata di idee proposte in questi anni .

Siete pronti? Ago, filo, ditale (usate il ditale!), forbici, filo colorato, colla, gesso, cartoncino riciclato, barattoli, feltro, tessuto, … … … e si parteeeee!🚂

Alberi di feltro porta bigliettino! …

… lustrini colorati su sfera di polistirolo … è un buon anti-stress!😉…

… “girelle” con il cartoncino ondulato (quello delle merendine) fissate sulla sfera di polistirolo con uno spillo e paillettes colorate …

… tessuto riciclato di qualche vecchia t-shirt (meglio ancora un maglione), un fiocco che tiene ben saldo il tutto ed un motivo a punto croce per ravvivare una sfera di polistirolo …

… all’interno di una sfera trasparente di plastica, piccole sagome di legno, un motivo ritagliato da carte per i pacchi natalizi, come sfondo e uno spruzzo di neve creata con carta bianca “passata” nel trita-tutto …

… non abbiamo sagome di legno? No problem! Un bel tappo in sughero “sbiancato” 😉 rallegra sempre! …

… alberi di Natale in pasta modellabile sagomati con la formina dei biscotti, con impresso un motivo di un vecchio pizzo …

… porta candele con vasetti di creme, cremine, decorati con spago, “formine” di carta/panno/gesso/… che trattengono un foglietto di carta forno, che crea l’atmosfera! 🎇🎇🎇🎇

… se usiamo i barattoli, vuoi non usare/riciclare anche i coperchi! 🥰Punto croce arrivoooo!…

… stelle stelline 🎵 all’uncinetto ben infiochettate …

… infiochettati sono pure questi abeti 🎄 in feltro …

E queste (e le altre vostre meravigliose creazioni) verranno accompagnate da un biglietto, anche questo all’insegna del riciclo,del “cosa abbiamo a casa?”, “cartoncini ne abbiamo?”, del #faidateconme assieme ai nostri bimbi! 🥰

Stella stellina 🎵 di tessuto, fili di cotone, una decorazione di feltro, …

… formine di gesso realizzate con lo stampo di plastica del Calendario dell’Avvento 🐟🐇🌸 e pezzetti di nastro …

… alberi di Natale luccicanti, utilizzando il coperchio argentato dei vassoi di alluminio 🎄 …

… triangolini di feltro attaccati al cartoncino, che diventano dei sorridenti folletti 😄…

… cartoncino ondulato delle merendine 😋, una pagina vecchia di spartito e … musica maestro!🎵…

… piccoli colorati bottoni che diventano per magia delle bellissime sfere di Natale!🥰

Bene. Vi ho dato abbastanza spunti per un “pensiero” ? Mi raccomando, la mia è solo un’idea: cambiate, modificate, aggiungete, togliete, … insomma fatela vostra!

Io, quest’anno ho utilizzato della lana, ma non posso svelare di più 😅 😉: devo avere l’ok 🎄 da parte dei folletti di Babbo Natale 🎅!

il mio Folletto curioso!😍

Buone Feste amici vicini e lontani! 😘

Alla prossima idea!

Beta

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli NON sono sponsorizzati dai link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

CONSIGLIO DI LETTURA … 15

Buongiorno.

Viaggiare di qua e di là, in Australia come in Africa, nelle foreste pluviali o alla corte di qualche Sovrano, … si può, con la LETTURA!😍

Ultimamente, grazie ai libri, ho gironzolato tra Emilia e Toscana e lungo le Alpi e gli Appennini, da Nord a Sud dell’Italia!

Francesco Guccini e la sua storia mi fanno rivivere certi momenti, colori, sensazioni, profumi … emozionanti sorprese della mia vita!

Gente col cappello sempre in testa (…) le braghe di velluto a coste grosse del vestito bòno (…) una forza fisica in quelle mani e nei bracci su un corpo esile, abituati a brandire (…) picco e pala, (…) anche da vecchi sempre secchi come salacche.

E non si sente più quelle voci tutte di testa (…) dalla parte destra della navata, quella riservata alle donne.

Castagneti (…) che eran puliti, ragazzi, che se non li hai visti non te lo puoi neanche immaginare com’eran puliti (…)

I rami che cadevano non venivan certo buttati via, c’era sempre uno della famiglia che li raccoglieva in fascetti (…) che poi venivan portate a spalla con un carico pauroso (eran brevilinei, di gamba corta, ma con ‘na forza!) fino a casa.

Dovevi riempire una tinozza di legno con l’acqua calda (…) in una stanza calda (…) e l’unica stànzia calda dell’intera casa era la cucina, col camino e la stufa economica.

Hai voglia, a mosche (…) la striscia picicosa, tacata alla lampadina penzolante sopra al tavolo da mangiare, doppo un pò brulicava di neri cadaveri (…) lì apiccicati.

Molte verdure erano messe da parte e conservate per l’inverno, così le patale, i fagioli messi a seccare, le cipolle. E certe stanze (…) si riempivano dell’odore delle mele (…) .

E tutti lì a disfare il maiale. Era una gioia, una festa pagana, (…) chi non l’ha provata non può neanche lontanamente immaginare.

E poi Paolo Rumiz ed il suo viaggio in macchina, con la mitica 500 (la mia prima macchina!😍sapevo fare benissimo la doppietta!🥰).

Dopo anni di bicicletta sapevo che i mezzi lenti (…) sono un filtro per selezionare gli incontri.(…) Utilitarie e biciclette attirano solo i simpatici, i bambini, i matti, i solitari e i vecchi originali dalla memoria di ferro (…) persone con cui vale la pena fermarsi sulla strada della vita.

Mi sono messa comoda sul sedile “a fianco” dello scrittore e sono partita con lui, sempre con la cartina geografica in mano per percorrere strade, stradine, tornanti, boschi, pianure, passi, paesini, panorami, …

… è tutto una sorpresa (come con l’altro suo libro): sorprese storiche, religiose, naturalistiche, etimologiche, umane, … come piace a me.

Tanto che ho una cartella piena di siti web da visitare, per conoscere, approfondire quanto scoperto nel libro.😍😍

La linea geologica del Canavese, il Trofeo delle Alpi di romana memoria, la Rocca Calascio, la Tabula Peutingeriana,il lago dell’Angiola, il Sasso di Simone, e poi … buona scoperta a voi!

Stupirsi sempre, in ogni riga, in ogni pagina! E’ tutto meraviglioso!

Ho l’Europa sotto di me. Dalla Polonia all’Adriatico, dal Danubio alla Francia. Cerco il mio stupore in altri visi, ma i passeggeri dormicchiano,lavorano al computer, leggono annoiati riviste di bandiera.

Non sono solo io a guardare sempre fuori dal finestrino!😍 #meravigliarsisempre

Buona lettura e buon viaggio!

Beta

_____________________________________________________

Per saperne di più:

“TRALUMMESCURO” Ballata per un paese al tramonto di Francesco Guccini – Giunti Editore – Settembre 2019

“LA LEGGENDA DEI MONTI NAVIGANTI” di Paolo Rumiz – Universale Economica Feltrinelli – Marzo 2018

“IL FILO INFINITO” di Paolo Rumiz – Narratori Feltrinelli – Maggio 2019

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli NON sono sponsorizzati dai link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

DICE … DICEMBRE!

Buongiorno e ben arrivato Dicembre!😍

Natale in famiglia, nella propria famiglia. Difficile, ma bisogna (per il bene di tutti) rispettare le regole.

Malinconia vattene via … e come dice il grande Jova “Pensiamo positivo”!

Letto il libro? Viaggiato in 🚴‍♂️🚴‍♂️ in sua compagnia in Australia o in Cile? Emozionanti parole e Meravigliosi posti!🥰

Panorami bellissimi li abbiamo anche noi, dietro casa, in questi giorni sono pure innevati!😍

Dicembar inevât, racolt sigurât.

Un dicembre con la neve, assicura un ricco raccolto per il prossimo anno.

La nêf prime di Nadâl e fâs solâr

La neve che cade prima di Natale, riempie il granaio.

Poi … le giornate dal 21 dicembre iniziano ad allungarsi …

Nadâl un pît di gjâl, Prindalan un pît di cjan, Pefanie un pît di strie.

Natale un passo di gallo, Primo dell’Anno un passo di cane, Epifania un passo di strega.

il Sole che fa capolino dietro le case!

E cielo sereno permettendo, spero di riuscire ad ammirare la magnifica congiunzione di Giove e Saturno, che “arriva” dopo 800 anni !!! Straordinario! Vengono i brividi se si pensa che l’hanno ammirata … dall’alto di una torre medioevale!

Naso all’insù sempre, anche per un saluto alla Stazione Spaziale ISS e per esprimere un desiderio guardando una stella cadente delle Geminidi, vicino alla Costellazione di Orione, una delle mie preferite!😍

Auguro a tutti voi/noi di trascorrere un sereno Natale, aiutandoci con le video-chiamate per condividere le ore di festa con i nostro cari lontani, sperando che …

Nadâl dongje il fûc, Pasche in ogni lûc.

Natale vicino al fuoco, Pasqua (spero) in ogni dove.

Al prossimo mese … ed anno!🥰👋👋

Beta

_____________________________________________________

Per saperne di più:

“IL GRANDE LUNARIO DEL FRIULI Santi, Feste e tradizioni del ciclo dell’anno”a cura di Mario Martinis  – Editoriale FVG Spa (2008)

“IL FRIULI” di Lea D’Orlandi – Ristampa anastatica a cura della Società Filologica Friulana di Udine (1987)

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli NON sono sponsorizzati dai link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

CONSIGLIO DI LETTURA … 14

Buongiorno.

In attesa di riprendere le camminate in montagna, leggo.

Leggo per conoscere, leggo per viaggiare, leggo per capire.

Questo libro (ringrazio l’amico Andrea che me lo ha consigliato) parla di una Scuola, lassù in montagna.

Quante ne ho trovate durante le mie escursioni!

Grande, ora adibita a Centro Visite #pernondimenticare .

Solitaria, in mezzo al bosco, a Tramonti di Sopra, loc. Frassaneit ora ricovero per gli escursionisti.

Piccola, al centro di una piazzetta, a Faidona-Tramonti di Sotto, con appesa, la foto in bianco e nero, di una classe con la Maestra. #pernondimenticare .

Piccolissima, nella splendida e silenziosa Val Dogna , nella frazione di Chiout: un piccolo edificio, a suo tempo, metà scuola e metà Chiesetta.

Sono solo alcune, quelle che mi vengono in mente adesso mentre scrivo, per ricordare la Scuola e i suoi Maestri.

La vita scolastica (e non solo) di un Maestro è descritto nel libro di Tito Maniacco “MESTRI DI MONT” (trad.dal friulano: MAESTRO DI MONTAGNA).

L’assegnazione alla Scuola di Moggessa, la strada in mezzo al bosco, il “saper conoscere” il silenzio della Natura, il “parlare” degli occhi dei bambini, i ricordi degli abitanti di questa piccola ed isolata borgata, le loro semplici e parsimoniose abitudini, il meravigliarsi per le cose “moderne”.

Per esempio: il passaggio (laggiù nella vallata) del treno , imparando ad ascoltare il rumore dei suoi motori mentre entra ed esce dalle gallerie: un treno velocissimo! 😍

Leggendo mi sono ricordata di Barbe Anzul – zio Angelo (zio di papà) che, parlando del mare (mai visto), ci chiedeva a noi bimbe se era grande come il Plan– Pianoro , il grande prato adibito a fienagione, davanti casa.

Tenerezza unica che mi porto nel 💗.

E poi … nonna Maria, Chiaranda, i Cosacchi, le sigarette fatte a mano, la polenta, il bastone di legno, l’emporio giù in paese, …

… i quattro ferri per confezionare i calzettoni di lana e l’uovo di legno per rammendare quelli bucati 🥰 … Parole, gesti, immagini che fanno parte della mia vita.

Ognuno, ne sono certa, troverà un “appiglio” nei propri ricordi.

La magia dei libri. 😍

Buona lettura e Buona Scuola.

Beta

P.S. Il sentiero n.418 (assieme a 418 e 420) permette una bella escursione in questi luoghi. Sono andata alla ricerca delle foto e mi sono accorta che è passato un pò di tempo 😅: “sembra ieri” se ascolto la mia memoria ma le date … 🤣 vi dico solo che ho “qualche” diapositiva e un pò 😉 di fotografie stampate e raccolte in colorati album ormai negli scatoloni sopra l’armadio!

Molto volentieri, ritornerò a visitare Moggessa, per vedere (e fotografare) “dal vivo” i luoghi descritti nel libro, magari in compagnia di amici, vero S.&A.? 👋👋

_____________________________________________________

Libro “MESTRI DI MONT” di Tito Magnacco – ed. Forum editrice -2020

Cartina Topografica “ALPI CARNICHE ORIENTALI – CANAL DEL FERRO” n.018 – 1:25.000 ed.Tabacco

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli NON sono sponsorizzati dai link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

TORTA “AGRUMATA”

Buongiorno!

Dicembre, periodo di agrumi. Di un meraviglioso profumo di mandarini, limoni, arance che si diffonde per tutta la casa!🥰😍

Pomeriggio da trascorre al calduccio in cucina, aiutati (magari) da piccole manine, a preparare un classico ciambellone ma farcito con una deliziosa e profumata crema!😋

Facile facile, senza uova e latte: solo zucchero, farina e succo d’arancia.🍊

Il mio ciambellone è quello classico: al posto dell’acqua ho messo il succo delle arance.

Nella foto ho messo un limone perchè avevo finito le arance!😁🤣🤣 Sempre agrume è 😅… motivo in più per usarlo nel prossimo ciambellone agrumoso!😀

Grazie Benedetta.😘

Buon appetito!

Beta

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli NON sono sponsorizzati dai link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

ADESIVI RICICLOSI!

Buongiorno tutto il giorno!

In quest’anno “particolare”, lo scrivere alle persone care è ancora più importante.

Sistemando le mie carte/cartine ho trovato diversi fogli di carta adesiva, “residuo” delle figurine. Album dedicati a personaggi televisivi e/o cartoni animati, ad animali della fattoria , allo spazio, … 😊

E poi ho trovato carte e cartoncini con disegni bellissimi ma piccoli.

Che fare?

Li ho ritagliati e incollati sulla carta adesiva, lasciando un piccolo margine per il bordo.

Ed ecco pronti degli speciali adesivi per la chiusura della busta/pacco regalo.🥰

Buon “speciale” periodo natalizio a tutti.

Buon lavoro e alla prossiva idea!👋👋

Beta

_____________________________________________________

I cartoncini natalizi fotografati sono del WWF e dell’UNICEF .

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli NON sono sponsorizzati dai link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.