CIAMBELLONE al COCCO

134

Buongiorno!

Vi va una Torta morbida morbida, fresca fresca, al gusto di cocco che richiama la bella stagione, il sole, il mare? Come stagione non siamo proprio giusti giusti 😉 ma il supermercato ci viene incontro regalandoci chili e chili di “farina” di cocco.

La “mi figliola”, come dice l’attore Pieraccioni sui Socials , ha letto la ricetta su un libretto dedicato ai Muffin .

E’ lei in casa l’esperta dei Muffins con crema alla Nocciola, una vera delizia!

Gli ingredienti (per il Ciambellone) sono:

4 uova

170 gr di zucchero

250 gr di yogur al naturale

200 ml di olio di semi di girasole

320 gr di farina 00

3 cucchiai di “farina” di cocco

lievito per dolci

sale

Il procedimento è quello classico di tutte le torte :

zucchero + uova, poi lo yogurt, l’olio, il sale, le farine e il lievito.

Infornare a 180° per 40′ c. , prova stecchino!

5- CIAMBELLA AL COCCO

Quando siamo arrivati alla prova assaggio … morbidissima, tenera … anche se un pò troppo … “bagnata” !?!?!?

Cotta era cotta, lievitata era lievitata, pensa che ti ripensa , la mia … scusate … la “mi figliola” aveva invertito le due farine : 320 gr di “farina” di cocco e 3 cucchiai di farina 00.

Comunque tra tante grosse, grasse risate ce la siamo pappata tutta! 🙂 🙂 🙂

#sorrideresempre #vederepositivo #sbagliandosiimpara … e ci si ricorda!

panzerotti
la “mi figliola” … ieri ! 😉

Buon pome a tutti come dice una mia omonima toscana!

Vi va di conoscerla? Risate (e ricette gustose) assicurate! E’ #ilmiodopocaffè perchè leggo i suoi post su Instagram, dopo pranzo, in compagnia di una tazza di caffe’ e una di sorrisi! 🙂

Buon Appetito!

Mandi mandi

Beta

____________________________________________________

P.S. I miei articoli  NON sono sponsorizzati dai Link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

 

Chi non è un blogger e desidera commentare sotto all’articolo è sufficiente andare fino in fondo e scrivere nel campo RISPONDI. Il sistema vi chiede il nome e una mail, quest’ultima non è obbligatoria. Nel caso la scriviate questa non la vedrà nessuno.
Volendo potete “loggarvi”, ovvero accedere con il vostro profilo facebook e nel vostro commento apparira’ il logo di FB, oppure potete commentare mettendo solo il vostro nome. A voi la scelta 🙂

Inoltre, è possibile iscriversi alla newletter per non perdere gli articoli.

Grazie.

 

OGGI … RI-INVASO !

142

Buongiorno!

Il problema della Plastica è sulla bocca di tutti e ahimè anche sulla bocca (e non solo) di tante specie marine. 😦

Nel mio piccolo, oltre alla raccolta differenziata, mi impongo ad ogni acquisto di prediligere i prodotti incartati, o in lattina, o pluri-uso (detersivi per casa e per la lavatrice a peso – in parole povere quelli al supermercato erogati con il dispencer) e niente bottiglie di acqua … “l’acqua del Sindaco” è ottima.

Alle volte “ci scappa” qualche vassoio e allora che fare?

Quelli un pò più rigidi sapete cosa ne faccio? Li uso come sottovaso!!! 🙂

Con la bella stagione il mio terrazzo si riempie di verdi piante profumate, odorose, aromatiche, ma i sottovasi sono sempre pochi … … … diciamo che mi dimentico sempre di acquistarli! 🙂

Beta-famiglia avvisata per il regalo di compleanno !

No diamonds but Plastic” ! 🙂 😉 🙂 😉 🙂

Ecco pronti gli ultimi arrivati in casa di Beta!

VASSOI
No tartaruga, non è il tuo nuovo terrario! 🙂

Vogliamo renderli più graziosi? Materiali (anche qui di riciclo) ce n’è in casa vero?

Colla vinilica e poi un nastro, uno spago, dei legnetti, del colore acrilico e … via con la decorazione!

Buon bricolage e Buon giardinaggio!

Mandi Mandi

Beta

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli NON sono sponsorizzati dai Link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

 

Chi non è un blogger e desidera commentare sotto all’articolo è sufficiente andare fino in fondo e scrivere nel campo RISPONDI. Il sistema vi chiede il nome e una mail, quest’ultima non è obbligatoria. Nel caso la scriviate questa non la vedrà nessuno.
Volendo potete “loggarvi”, ovvero accedere con il vostro profilo facebook e nel vostro commento apparira’ il logo di FB, oppure potete commentare mettendo solo il vostro nome. A voi la scelta 🙂

Inoltre, è possibile iscriversi alla newletter per non perdere gli articoli.

Grazie.

COMPOSIZIONE in VETRO

132

“Navigando” di qua e di là sui Socials, Pinterest e Instagram in primis, ho trovato questa idea per riciclare le bocce di vetro.

Acquistate per i fiori, le ho utilizzate, soprattutto in autunno e inverno, per composizioni di “Natura morta” : i miei adorati sassi, foglie, muschio, licheni, … raccolti nelle camminate fuori porta.

Per Natale ne ho utilizzate tre, di diverso diametro, per un originale Presepe, “riciclando” statuine doppie, una Sacra Famiglia piccolina, ricevuta in regalo da un’amica, gusci di pistacchi, noci,… … …  un pò di muschio, lavanda, ritagli di cartoncino come base (COSI’ NESSUNO CADE! 😉 ) e voilà il risultato in bella vista nell’ingresso di casa! 🙂

NATALE
scusate se è un pò sfocata! 😉

Ho da poco tolto tutte le decorazioni natalizie, che tristezza! 😉

Con le tre bocce ho pensato ad una Decorazione Stagionale! 🙂

Siamo in Inverno e allora … inizio utilizzando gli elementi naturali, i sassi colorati africani (ricordo dell’EXPO 2015, che bella esperienza!), gli animaletti in ceramica (così non ho paura di romperli mentre li spolvero sulle mensole! 😉 ed ecco qua … il mio Winter-Decor ! 🙂

INVERNO
ci sono anch’io! Mi avete trovato? 🙂 che fotografa!!!

Al prossimo lavoro creativo!

Mandi Mandi

Beta

 

 

ECO-TAWASHI

132

Navigando “in mezzo al mare” dei SocialSSS    🙂 ho trovato questo bel lavoretto manuale.

Si chiama TAWASHI ed è una spugnetta multi-uso! Yesss!

In cucina per lavare le stoviglie o per pulire le piastrelle, il forno, … !

Stamane pensavo di farne una aggiungendo al filo di cotone dello spago! Sapete: quello grosso, “da pacchi”!Sempre cotone e’, ma è più “ruvido” quindi sarà più efficace per le incrostazioni. Proverò, provate anche voi! 🙂

In bagno è utile per i sanitari oppure per la nostra pulizia.

Uno piccolo lo uso per struccarmi e/o per la pulizia più “profonda” del viso e uno un pò più grande per un bel gommage sul corpo! E’ delicato sulla pelle e non provoca arrossamenti.

E’ giusto giusto per le mie corde ! 🙂

RICICLO CREATIVO:Per realizzarlo uso (finalmente!) quei filati – ne bastano veramente pochi metri – che rimangono sempre in fondo alla scatola dei lavori, all’insegna del #nonsibuttavianiente !

E’ FACILE e VELOCE da fare: punto basso a go go! Per il modello “grande” ho provato con qualche giro a punto alto, ma niente di più. All’insegna del #guardolatvconagouncinettoferriinmano ! 🙂

“ECO” perchè è di cotone e lo posso riutilizzare, previo lavaggio, più e più volte e poi non acquisto più le spugnette “commerciali” .

“MULTI-USO” per i molteplici usi in casa e per la persona! 🙂 … Mi raccomando: ogni uso avrà il suo tawashi! 😉 “ça va sans dire” come dice un noto attore!

“IDEA REGALO”! Un’idea carina creata con le nostre mani e perchè no, da tener presente per un “pensiero” natalizio! Manca poco, dai che ci siamo!

SET

In questi giorni provo a fare dei modelli quadrati o rettangolari , come le presine. Da utilizzare per asciugare il piano lavoro o i lavelli. Vi aggiornerò.

Buon lavoro creativo!

Mandi Mandi

Beta

P.S. Ecco qui chi mi ha spiegato bene come lo si realizza. Grazie WS!

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli NON sono sponsorizzati dai  Link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

OGGI RICICLO… dei CROCHETS! :)

132

Buongiorno!

Un’idea da realizzare la sera, davanti alla tv, è quella di riciclare fili di cotone per creare dei bei motivi all’uncinetto, uno diverso dall’altro…le vecchie riviste di lavori manuali aiutano e via con la fantasia! Punto catenella,basso,alto non hanno limiti! 🙂

98

Utilizzando dei vasi di vetro (avete presente quelli della crema di nocciola più famosa al mondo?prima però…buona merenda! 😉 ) si avvolgono queste decorazioni unite insieme con un nastro decorativo (rimasuglio di lavori natalizi, all’insegna del #nonsibuttaniente #riciclocreativo !) e all’interno si inserisce una candela che creerà dei bei riflessi di luci-ombre! 🙂 .

Un’idea fai-da-te al posto dei classici pizzi merceologici. 🙂

1

4

Buona estate!

Alla prossima idea!

Mandi mandi

Beta

RI-UMIDIFICATORI SWEET HOME! :)

132

Buongiorno.

Oggi giornata di lavori Ri-ciclosi! 🙂

Dopo il bagno e la cucina, Beta-vostra non poteva lasciare le altre stanze con dei semplicissimi umidificatori in terracotta, vero? 😉

Ed ecco qua,riciclando contenitori di sapone,shampoo,… dei nuovi umidificatori fai da te!

Dopo la cucina,

68

e il bagno …

copri-vaschetta

ecco a voi …

l’umidificatore per la camera …

 

CAMERA

L’ho ricamato con i i colori scelti dal pittore Claude Monet per il quadro “I papaveri” : è il soggetto del puzzle creato da me e Beta-figlia che si trova in bella mostra sopra al termosifone…cosa dite?si nota la mia mania per l’ordine cromatico?naaaaa! 😉 🙂

e poi c’è l’umidificatore per la sala …

SALOTTO

Ho ricamato la Giraffa dato il mio amore per l’Africa!

Amo leggere articoli, libri

o guardare(e viaggiare insieme) foto dai siti web,

oppure film (emozione pura “Spiriti nelle tenebre”!!!),

documentari (di Piero e Alberto Angela in primis)

tutto su questo grande e meraviglioso Continente! #iloveAfrica!

1-14

Ma torniamo ( o arriviamo 😉 ) al punto croce con … l’ingressooo e l’ iniziale del Beta-famiglia-cognome!

INGRESSO

La farfalla per augurare #buonviaggio e #buonescoperte a chi mi saluta, a chi parte, sempre all’insegna dell’allegria (colori) e della curiosità (come una “simmia”!)  😉 .

P.S. Vi risparmio l’andar a cercare nei libri di Entomologia il nome di questa farfalla, non esiste … esiste sopra il termosifone una cassetta di legno con questi colori! 🙂  😉 v.sopra … #ioamolordine! 🙂

“naltro” P.S. 😉 : per la camera dei miei Beta-figli ho ricamato le loro iniziali, non mi convince molto, prima di pubblicarlo, devo aggiungere qualcosa … #ilovejudo #ilovevolley #ilovefriends … chi vivrà vedrà ! 🙂

Alla prossima idea!

Mandi Mandi

Beta

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli NON sono sponsorizzati dai Link (cliccare sopra le parole “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

 

 

FACCIAMOCI UNA RISATA! :)

In risposta a Daniela (clicca qui)

eccomi immortalata mentre timbro!

timbro

Con Daniela, si parlava di borse…bellissime, adorabili, ma piccole per le mie esigenze visto che mi porto dietro giusto … il necessario! 😉

Ultimo arrivo in the bag? un piccolo tamponcino per timbri perchè su in montagna (ne parlerò in un altro articolo) c’erano il libro di vetta e un timbro che non timbrava! 🙂 allora ho bagnato con un pò di neve la gomma e poi ho TIMBRATOOO! 🙂 🙂 🙂

La necessità aguzza l’ingegno!

Avete sorriso? Bene, sono contenta. Buon Carnevale!

Mandi mandi

Beta

 

OGGI … ORDINE ARMADI!

Buongiorno!

Pulizia armadi fatta! Leggendo il post di  Daniela e avendo a disposizione delle belle giornate di sole ho aperto gli armadi  facendo una cernita dei capispalla : quelli che non si indossano più li abbiamo donati ad una Associazione.

Il resto al sole, all’aria per l’intera giornata e poi una bella “toelettatura” 😉 : spazzolata energica e una passata con il vapore del ferro da stiro per una bella disinfettata che, per essere ancora più efficace, all’acqua ho aggiunto dell’aceto bianco: tranquilli, il profumo pungente evapora subito!

Prima di riporli un’altra giornata all’aria e via nell’armadio!

Per proteggerli io uso i sacchetti per la spazzatura (misura cm.72 x cm.110),quelli bianchi o azzurri! Sono economici (non mi posso permettere quelli che vedete nelle belle foto scelte da Daniela, magari!) e, secondo me, fanno il loro dovere stagionale.

Li ho appena cambiati. Quelli vecchi?Sono sì un pò impolverati ma integri … hanno solo il forellino per far passare il gancio della gruccia!) li userò in terrazza per ricoprire le mie piante durante i mesi invernali! Riciclo del riciclo…e così vengono stra-usati!

L’armadio sarà tutto in ordine, tutto mono-cromatico (adoro!)ma come riconoscerli?

No-problem!

Noi in famiglia siamo in quattro.Quindi ognuno avrà un cartoncino colorato del colore scelto, un foglio su cui scrivo MOOOLTO schematicamente il capospalla , plastifico il tutto (basta anche una bustina di plastica o della carta adesiva trasparente) un nastrino e attacco il tutto sul bordo del sacchetto con una spilla da balia, ben in vista, così quando uno di noi cerca una giacca non sentirò “Mamma hai visto per caso e/o sai dov’è la mia giacca nera????” 😉  Pace per le mie orecchie!

etichette

Buone pulizie!

Mandi Mandi

Beta

P.S. e i laccetti ? non servono per le custodie quindi li ho tolti e … buttati? non sia mai!!;)

Riciclati anche quelli. Li ho intrecciati e li tengo come “lacci” per le mie piantine o per chiudere qualche altro sacchetto! 🙂 #ILOVERECYCLING  !

lacci

 

 

#perGIULIO

Non posso NON FARE NIENTE!…da mamma.

Candela accesa la sera.

263-VPGR

 

Targhetta gialla appesa alla bici #VPGR.

Ieri sera ho preso un pezzo di stoffa gialla (era un pantaloncino della mia bimba) e con del filo nero l’ho ricamata.

Ho realizzato un bottone (gli accessori di metallo si trovano in merceria facilmente) che, grazie all’asola, me lo appendo nella catenella della collana…SEMPRE…#PERGIULIO.

 

Dai mamme, condividete questo post, fate il bottone, non importa se non sapete ricamare,…basta passare sopra e sotto un filo ,… non è niente di difficile …sono altre le cose difficili… fate il bottone per indossarlo sempre!  #PERGIULIO .

Mandi

Beta #unaMAMMAperGIULIO

LACCI delle SCARPE

142

Nella scarpiera c’è sempre uno o più paia di lacci acquistati come “riserva” per le scarpe scamosciate, oppure di colori diversi, per cambiare look alle scarpe da ginnastica dei ragazzi.

89

 

Ma alla fine, questo “cambiamento” succede molto raramente ed allora ci troviamo con un bel sacchetto pieno di lacci nell’angolino del mobile!

Buttarli? Non sia mai!!! Ecco trovata una soluzione.

90

 

Per avvolgere e tenere in ordine i vari cavi degli elettrodomestici (phon, piastra, deumidificatore, robot da cucina, ferro da stiro,…) e poi (prolunghe, fili delle luci di Natale, utensili per il fai da te,…)

Al prossimo consiglio!

Mandi Mandi

Beta