CONSIGLIO DI LETTURA … 5

 

139

Buongiorno! 🙂

Dalla mia Biblioteca oggi prendo … “IL PICCOLO PRINCIPE” di Antoine De Saint-Exupéry. Lo avete letto?

Ne ho diverse edizioni, fra cui una in lingua friulana.

IL PICCOLO PRINCIPE

I miei appunti/pensieri?

Capitolo 6: Parlando del Sole … quando negli Stati Uniti è a mezzogiorno, in Francia sta tramontando. E basterebbe un minuto per “correre” in Europa per vedere questo spettacolo! … e ho pensato alla Stazione Spaziale Internazionale a quante albe, tramonti vede ogni giorno! Che meraviglia i loro filmati da lassù! 🙂

Capitolo 25: “Bisogna cercare con il cuore” . Imparare a meravigliarsi sempre. Ogni gesto, ogni cosa-grande o piccola- che vediamo vicino a noi, … deve sorprenderci!

” (Il disegno della volpe) andrà bene, i bambini capiscono” Non perdere la fantasia! Mai!

Capitolo 26:”Guardare tutte le stelle che ridono” Saper cogliere nella “normalità” il lato positivo, il lato felice, che ci fa sorridere, sempre!

________________________________________________

Non è facile leggere in lingua friulana. Ci vuole pazienza, lentezza, perchè non è scorrevole come in italiano, si torna spesso indietro con la frase per capirla meglio, ma alla fine del capitolo … che gioia!

Come tutte le cose, è una questione di esercizio, di prove su prove, di lettura su lettura,  ma alla fine si è ben ripagati!

Ricordo … quando ero piccola (periodo delle Elementari) andavo nei pomeriggi a casa dei nostri vicini. Ad Angelo (Agnul in friulano) leggevo l’ Almanacco Friulano . E’ un ricordo visissimo e indimenticabile! Racconti di favole, poesie, storie di personaggi della nostra Regione, consigli agricoli …  e se sbagliavo nella pronuncia, si rideva sempre in compagnia della moglie Stellina.

Dovete sapere che basta spostarsi di qualche chilometro e la pronuncia di un vocabolo cambia da paese a paese! Succede anche con il vostro Dialetto regionale?

Pensando ai nomi … Angelo, Stellina, racconti di qua e di là del Friuli, … forse è partito (anche) da queste letture, da queste compagnie, il mio amore per la Storia, per la Lingua, per il Cielo, per i Pianeti, per la mia Regione! 🙂 Niente è dato dal caso.

Ritornando al nostro Libro, in seconda pagina l’Editore informa che (se vi interessa 🙂 )  il libro è anche tradotto in Veneziano, Triestino, Trentino e Livornese! Deve essere bello leggerli, anche da chi (come me) non conosce queste Lingue (o quasi. Avete mai ascoltato in Radio, Ariella Reggio e Alessandro Fullin con “Ritorno a Miramar” ? 🙂 Un groviglio di vicissitudini tra passato e presente ambientate nel Castello di Miramare in quel di Trieste, con l’amata Principessa Sissi  🙂 🙂 🙂 ) … in quel di Trieste … un pensiero anche al grande Maestro Lelio Luttazzi e il suo amore per la musica.

Buona lettura!

Mandi mandi

Beta

P.S. Gli “appunti” che indico sono alcuni di quelli che (per la mia vita) mi hanno colpito di più nella lettura del libro. Il libro è vivo e (come per magia) le sue parole si incastrano perfettamente alla nostra vita. E lo rendono speciale, unico, nostro!

_____________________________________________________

Per saperne di più:

IL PICUL PRINCIP di Antoine de Saint-Exupéry – Traduzione di Albino Manfredo- Edizione Programma – 2°ed.Marzo 2016

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli  NON sono sponsorizzati dai Link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

 

Chi non è un blogger e desidera commentare sotto all’articolo è sufficiente andare fino in fondo e scrivere nel campo RISPONDI. Il sistema vi chiede il nome e una mail, quest’ultima non è obbligatoria. Nel caso la scriviate questa non la vedrà nessuno.
Volendo potete “loggarvi”, ovvero accedere con il vostro profilo facebook e nel vostro commento apparira’ il logo di FB, oppure potete commentare mettendo solo il vostro nome. A voi la scelta 🙂

Inoltre, è possibile iscriversi alla newletter per non perdere gli articoli.

Grazie.

12 pensieri su “CONSIGLIO DI LETTURA … 5

  1. Io ho visto l’edizione in napoletano, ma sicuramente mi sfuggirebbero delle parole. Non abbiamo lo stesso dialetto, anche se chi viene da fuori potrebbe pensarlo! Io ho l’edizione 3D, invece… E quella normale! Un libro che adoro, fin da quando ho avuto la possibilità di leggerlo per la prima volta, durante una recita alle medie… Non toccava a me leggere quel libro, però ne dovevo ricopiare i disegni dei primi 3 capitoli, quindi leggevo anche e, leggi leggi, ho finito il libro! Ora cerco di ritagliargli uno spazio ogni anno per rileggerlo 😀

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...