CONSIGLIO DI LETTURA…10

139

Buongiorno!

Da PordenoneLegge sono rientrata a casa con una valigia piena di … Libri! 🙂

Il primo è  “DISORIENTE” del fotografo veneziano Luca Campigotto.

DISORIENTE

E’ un prezioso catalogo di INTENSE fotografie e non solo …

Infatti l’autore, tra una fotografia e l’altra (scusate delle ripetizioni,ma non arrivo a scrivere “foto”, è troppo riduttivo)  racconta il viaggio intrapreso, le avventure e/o le sensazioni di quelle giornate, le motivazioni per quello scatto, per la scelta di quel luogo, di quella data ora …

Ho viaggiato assieme a lui (uno degli effetti magnifici della Lettura! 🙂 ) in Australia, in America, in Italia, …

Altro effetto magico della Lettura 🙂 , guardando i luoghi fotografati, mi hanno fatto tornare  alla mente ricordi della mia vita personale e/o altri “viaggi” intrapresi, per esempio, in compagnia di Fosco Maraini.

E poi tanti suoi pensieri coincidono con i miei. Altra “Magia” delle parole, della Lettura! 🙂

Per esempio :Le fotografie danno vita alla materia dell’indimenticabile.”

VITE
La mia Infanzia.

“Di svelare un incanto è sempre pericoloso: ma voler conoscere, in ogni caso, esercita un’attrazione irresistibile. Così, anche fotografare non è che un modo per dimostrare interesse, curiosità, passione.” 

Sottoscrive la qui presente #curiosacomeunascimmia. 🙂

FOLCHIAR
Dove porta questa strada?

Di notte,davanti alla Piramide di Micerino: ” Mì provo (a fotografarla)“.

Mai mollare, provare sempre! Non so voi, ma se ho un’idea, io vado avanti! 🙂

IO
Qualcuno me lo ha insegnato molto bene! 🙂

Sul mio amato Fiume Tagliamento : ” … un altro ” infinito” . E poi ” Se ami sentirti straniare dallo spazio e dal tempo l’avventura inizia dietro l’angolo di casa”.

Sotto casa abbiamo un mondo meraviglioso da scoprire ogni giorno, basta fare due passi e ci troviamo immersi nella natura e/o a camminare tra un’opera d’arte ed un’altra … mai finire di Stupirsi!

a3
Il Fiume TAGLIAMENTO vicino Venzone

Sull’apertura del Pantheon: ” Un’apertura tonda da cui si vede il cielo. L’oblò di un’altra nave spaziale per scrutare l’universo.”

E qui scatta il mio amore per lo Spazio, per la Stazione Spaziale ISS e il suo oblò dal quale si ammira una vista stupenda della Terra! 🙂

puzzle MANTEGNA
Senza dimenticare Mantova! 🙂

Sulla fotografia: Realizzare un’immagine … che susciti l’idea di … ” 

Durante l’incontro a PordenoneLegge2018 ha presentato delle fotografie che sembrano dipinti (gli ambienti veneziani), altre (le strade Newyorkhesi) sono come dei colorati fumetti e poi ha “fantasticato” di un elefante e di uno squalo e qui (con tutto il rispetto) mi sono sciolta! Anche lui “vede” altro! Magnifico! 🙂

 

Perchè ho fotografato il libro di Luca Campigotto con il catalogo di una mostra fotografica di Afro Basaldella?

Capita anche a voi di incontrare una persona, guardarla negli occhi, scambiare qualche parola e scatta qualcosa di bello, di positivo?!?! (e non parlo di Amore, quello si chiama D. e la chiudo lì 🙂 occhietti con cuori!).

Una sintonia fotografica che oltrepassa anche il mondo dell’Arte. E con Afro (per non parlare di Caravaggio e Michelangelo)  è successo dal primo momento che l’ho conosciuto, ad una mostra in Castello a Udine tanti anni fa! 🙂

Leggendo questo libro, vi auguro di provare, ad ogni pagina, delle belle ed intense sensazioni!

Buona lettura e … buon viaggio! 🙂

Mandi mandi

Beta

_____________________________________________________

Per saperne di più:

“DISORIENTE” di Luca Campigotto – Ed.Postcart srl- Settembre 2018

Catalogo Mostra AFRO dei FOTOGRAFI – a cura di Italo Zannier -testi di Italo Zannier e Giuseppe Bergamini – Catalogo C.R.A.F. – ed. Giugno 2002

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli  NON sono sponsorizzati dai link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

 

CONSIGLIO DI LETTURA … 8

139

Evviva! E’ arrivata la Primaveraaaa! 🙂

A Sant Benedet la sisile e passe sot il tet; passe o no passe, il frêt nus lasse 

(tradotto dal Friulano)Il giorno di S.Benedetto la rondine passa sotto il tetto; passa o non passa, il freddo ci lascia.

Speriamo! 😉

Dopo tante giornate grigie desidero tanto queste giornate assolate, tiepide, profumate, colorate, ricche di germogli preludio del risveglio della Natura!

8-MARZO 2018

 

Iniziamo ad uscire in giardino, in terrazza, in un parco, che ne dite?Magari con un libro? Anzi due!

La dolce Daniela ha proposto tempo fa questi due titoli, le sue dettagliate descrizioni mi hanno stuzzicata e allora sono passata in Biblioteca ed eccoli qua!

 

 

“Un anno in Provenza” è un tripudio di profumi e colori. Ho “vissuto” un meraviglio anno con i protagonisti, lungo le stradine dei piccoli ed incantevoli villaggi, nei bellissimi giardini, con i colori stagionali della Natura, in Provenza.

Un cambiamento di vita dei protagonisti, non facile all’inizio, ma poi …

Come per tutte le cose, i primi momenti sono quelli più difficili, si ha paura di non riuscire ma è solo perchè non si conosce! Giusto?

In altri Post, Daniela ci porta con lei, nel suo viaggio lungo questa terra francese. Che spettacolo! Guardare le foto per credere! Che colori la lavanda! Peccato che non ci sia l’App olfattiva! 😉

“La piccola erboristeria di Montmartre” invece è una storia parigina. Anche qui non mancano i profumi! I profumi del piccolo negozio di erboristeria, delle cucine dei ristorantini, dei libri, dei giardini, della “Ville” ! 🙂

8-VIOLE
Profumo delle Viole! Viola come il nome della protagonista.

I miei “appunti”?

Cosa ti affascina dei romanzi?…Non c’è una cosa sola. Forse il viaggio. Ecco,si,la possibilità di vivere altre storie, altri mondi. Calarsi in una realtà che non esiste e fingere che sia vera, anche solo per lo spazio di una lettura. Uscire dagli schemi. La libertà.”

Ma quanto è bello viaggiare, liberamente, con la mente, leggendo una storia. Mi ricordo quando ho letto i Beati Paoli: letteralmente catapultata in mezzo a Palermo, cartina alla mano, libro d’arte per vedere i Palazzi, i Monumenti, … sono proprio fuori di testa! 🙂 🙂 🙂

“… Coglierai ugualmente il senso profondo di questo libro (un antico Erbario 🙂 adoro! ma cos’è che non adoro quando si parla di Libri!!!! 🙂 ) … Perchè il dono più grande è quello di saper guardare oltre la superficie in ogni situazione, superando i limiti, i pregiudizi, gli stereotipi, le paure. … avere un animo limpido, perchè soltanto chi lo possiede è in grado di scrutare davvero l’animo altrui, di capirlo e amarlo, senza timore di rispecchiarsi negli occhi di un altro … Custodisci e nutri questo tuo dono … è ciò che fa di te la persona unica che sei e resterai per sempre. E non smettere di guardarti dentro, prima di ogni altra cosa. Lì c’è già tutto ciò di cui hai bisogno per essere felice.”

Ho voluto scrivere tutto il Paragrafo per non perdere una parola, per far capire il pensiero, che condivido.

E poi , dato che la protagonista lavora in una Erboristeria, sono descritte qua e là delle ricette naturali! Ho provato lo Scrub Corpo (con farina di Ceci) , il Bagno Rilassante con Miele e Limone (rilasssssss……. deliziosamente! 🙂 ) e poi … attenta Francesca 🙂 … come preparare un Burro di cacaoooo! 🙂

8-PRIMAVERA
Ognuno è particolare, piccolo, grande, unico!

Sono stati due bellissimi “film-cartacei”, ricchi di sensazioni, di giornate all’aria aperta, di camminate lungo le rues parigine, di confidenze femminili.

Cosa aspettate! Siete ancora qui? Via in libreria, in Biblioteca o in Erboristeria!

Bon voyage 🙂 e Buona lettura!

Mandi Mandi

Beta

Un Grazie con abbraccione alla dolcissima Daniela. La conoscete anche voi?

Aggiorno l’articolo consigliandovi la visione su RaiReplay di un servizio trasmesso in data 16 marzo 2018  a Geo sulla Provenza e i suoi profumi!

_____________________________________________________

Consiglio la lettura di :

“UN ANNO IN PROVENZA” di Peter Mayle – Viaggi e Avventura -ed. EDT

“LA PICCOLA ERBORISTERIA DI MONTMARTRE” di Donatella Rizzati – ed. Mondadori

_____________________________________________________

P.S. Gli “appunti” che indico sono alcuni di quelli che (per la mia vita) mi hanno colpito di più nella lettura del libro. Il libro è vivo e (come per magia) le parole dell’autore si incastrano perfettamente nella nostra vita. E lo rendono speciale, unico, e guarda un pò 🙂 … Nostro!

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli NON sono sponsorizzati dai Link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

 

 

CONSIGLIO DI LETTURA … 6

139

Buongiorno!

Amante dell’Arte anni fa non perdevo le puntate di Passepartout con il professor Philippe Daverio.

E leggere i suoi libri è stato un “prolungamento” del suo insegnamento.

L’ultimo è un intreccio di arte, eventi storici e costumi della nostra bella Italia e dei suoi abitanti.

Sarà una sorpresa! Ve lo garantisco. 🙂

6-ITALIA

I miei appunti? Conoscere l’origine delle parole.

Non avendo fatto studi classici, non conosco il latino ed il greco e quindi è sempre una sorpresa quando scopro una parola nuova!

Ho trovato, tra l’altro,  il libro ricco di nozioni relative all’etimologia delle parole! Per esempio ho scoperto la Cambiale, il Ferragosto, l’Imbroglio, il Ghetto, il Carabiniere e la Carrà … che non è la mitica Raffaella! 🙂

E poi una interessante analisi sull’Italia e i terremoti, sulla Lingua Tedesca, sull’Apprendistato, sull’Accidia e … sui gettoni telefonici! Ve li ricordate?

6-IT-GETTONI

 

Tra un capito e l’altro ci sono numerose fotografie di opere d’arte, da “tuffarsi” dentro e scoprire i dettagli, i colori, le architetture, … 🙂 Adoro! E voi?

Buona “nuotata” 😉 ops, scusate … Buona lettura!

Mandi Mandi

Beta

_____________________________________________________

Per saperne di più:

“HO FINALMENTE CAPITO L’ITALIA” di Philippe Daverio – Libri Illustrati Rizzoli – novembre 2017

_____________________________________________________

Gli “appunti” che indico sono alcuni di quelli che (per la mia vita) mi hanno colpito di più nella lettura del libro. Il libro è vivo e (come per magia) le sue parole si incastrano perfettamente alla nostra vita. E lo rendono speciale, unico, nostro!

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli  NON sono sponsorizzati dai Link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

 

 

CONSIGLIO DI LETTURA … 5

 

139

Buongiorno! 🙂

Dalla mia Biblioteca oggi prendo … “IL PICCOLO PRINCIPE” di Antoine De Saint-Exupéry. Lo avete letto?

Ne ho diverse edizioni, fra cui una in lingua friulana.

IL PICCOLO PRINCIPE

I miei appunti/pensieri?

Capitolo 6: Parlando del Sole … quando negli Stati Uniti è a mezzogiorno, in Francia sta tramontando. E basterebbe un minuto per “correre” in Europa per vedere questo spettacolo! … e ho pensato alla Stazione Spaziale Internazionale a quante albe, tramonti vede ogni giorno! Che meraviglia i loro filmati da lassù! 🙂

Capitolo 25: “Bisogna cercare con il cuore” . Imparare a meravigliarsi sempre. Ogni gesto, ogni cosa-grande o piccola- che vediamo vicino a noi, … deve sorprenderci!

” (Il disegno della volpe) andrà bene, i bambini capiscono” Non perdere la fantasia! Mai!

Capitolo 26:”Guardare tutte le stelle che ridono” Saper cogliere nella “normalità” il lato positivo, il lato felice, che ci fa sorridere, sempre!

________________________________________________

Non è facile leggere in lingua friulana. Ci vuole pazienza, lentezza, perchè non è scorrevole come in italiano, si torna spesso indietro con la frase per capirla meglio, ma alla fine del capitolo … che gioia!

Come tutte le cose, è una questione di esercizio, di prove su prove, di lettura su lettura,  ma alla fine si è ben ripagati!

Ricordo … quando ero piccola (periodo delle Elementari) andavo nei pomeriggi a casa dei nostri vicini. Ad Angelo (Agnul in friulano) leggevo l’ Almanacco Friulano . E’ un ricordo visissimo e indimenticabile! Racconti di favole, poesie, storie di personaggi della nostra Regione, consigli agricoli …  e se sbagliavo nella pronuncia, si rideva sempre in compagnia della moglie Stellina.

Dovete sapere che basta spostarsi di qualche chilometro e la pronuncia di un vocabolo cambia da paese a paese! Succede anche con il vostro Dialetto regionale?

Pensando ai nomi … Angelo, Stellina, racconti di qua e di là del Friuli, … forse è partito (anche) da queste letture, da queste compagnie, il mio amore per la Storia, per la Lingua, per il Cielo, per i Pianeti, per la mia Regione! 🙂 Niente è dato dal caso.

Ritornando al nostro Libro, in seconda pagina l’Editore informa che (se vi interessa 🙂 )  il libro è anche tradotto in Veneziano, Triestino, Trentino e Livornese! Deve essere bello leggerli, anche da chi (come me) non conosce queste Lingue (o quasi. Avete mai ascoltato in Radio, Ariella Reggio e Alessandro Fullin con “Ritorno a Miramar” ? 🙂 Un groviglio di vicissitudini tra passato e presente ambientate nel Castello di Miramare in quel di Trieste, con l’amata Principessa Sissi  🙂 🙂 🙂 ) … in quel di Trieste … un pensiero anche al grande Maestro Lelio Luttazzi e il suo amore per la musica.

Buona lettura!

Mandi mandi

Beta

P.S. Gli “appunti” che indico sono alcuni di quelli che (per la mia vita) mi hanno colpito di più nella lettura del libro. Il libro è vivo e (come per magia) le sue parole si incastrano perfettamente alla nostra vita. E lo rendono speciale, unico, nostro!

_____________________________________________________

Per saperne di più:

IL PICUL PRINCIP di Antoine de Saint-Exupéry – Traduzione di Albino Manfredo- Edizione Programma – 2°ed.Marzo 2016

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli  NON sono sponsorizzati dai Link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

 

 

CONSIGLIO DI LETTURA … 4

139

Dalla mia libreria prendo … “SBAM” di Jovanotti.

Grazie a Beta-figlio che mi ha “contagiato” nell’ascolto della sua musica, nella lettura dei testi e adesso del libro! 🙂

Senza dimenticare il film del viaggio in bicicletta di Jova in Nuova Zelanda!!! 🙂 Visto? 🙂

Ma torniamo al libro!

SBAM

Per prima cosa il profumo delizioso della carta!!! Adoro annusare il profumo dei libri appena acquistati! E voi? 🙂

E poi l’impaginazione: come tutte le cose nuove, che non conosciamo, mi ha spiazzata: troppi colori, fantasie nelle scritte dei paragrafi, caratteri delle pagine una diversa dall’altra … ma poi, iniziando a leggere, è scattata la magia!

Sono entrata nel magico mondo di Jova e voilà : un bellissimo (e anche commovente) diario di viaggio, pieno di amore per la musica, per la famiglia, per gli amici … per la Vita!!!

Posso dirlo? E’ stato un bella lezione : mai, mai criticare prima di conoscere, vale per le cose (in questo caso un libro super-color-fantasioso) ma vale anche per le persone, per le situazioni che ogni giorno incrociamo nella nostra esistenza.

Ecco le parole che più mi hanno toccato:

Scrive “ETERNAMENTE GRATO”. Bravo, continua così Jova.Bisogna essere GRATI della vita e delle persone!

pag.9 : “Se mi emoziono io si emozionerà anche altra gente … Esiste l’anima individuale ma anche la grande anima di tutti, che è connessa molto bene”. 

Capita anche a me.Ho sempre paura di esprimere le mie emozioni, le mie idee, … poi ti trovi con amiche, tra una chiacchiera e l’altra ti accorgi che anche loro hanno avuto lo stesso dubbio, sensazione,… e con una risata si risolve tutto.Mi è capitato anche leggendo articoli di alcune voi , amiche del web! Alla fine si sta così bene, si è serene, felici di aver condiviso un dubbio, una gioia (e perchè no)anche una paura!

pag.10: Su situazioni tristi della vita successe a Cortona (tranquillo Jova, succede anche a Udine ) un pensiero“Fiocchi rosa o celesti ne abbiamo? Tirateli fuori, per favore, anche per finta, fatelo per me … provare a far parte delle cose che succedono tentando di portare acqua al mulino delle cose belle, il più possibile…

Ci ho pensato anch’io tante volte, soprattutto in quest’ultimo periodo … l’attesa di una nuova vita, di una nuova gioia. Cuginetti anche di ottavo grado avantiiiii! 🙂

pag.15: Pensiero sul Web, sulla Rete “E’ come se ci avessero messo a disposizione un’astronave e molti hanno deciso di usarne solo il bagno … ignorando che … si possono raggiungere i confini della Galassia …”

Vero!La Rete è magnifica! I siti che consiglio (le parole rosse o blu) hanno articoli allegati, schede, cartine, … che ho naturalmente scaricato e letto! E poi ci sono i  collegamenti con altri siti che aprono altre meravigliose “stanze” di conoscenza. Non vi svelerò maiii 😉 quante cartelle ho salvato! 😉

Non fermiamoci alla prima immagine (o come dice Jova “usare solo il bagno”), stacchiamoci qualche minuto dal resto del mondo, e apriamo-partiamo per una nuova destinazione, per una nuova conoscenza. Sarà comunque una bella pagina scritta in più nella nostra Conoscenza.

pag.141:“Il mio girovagare aveva anche un nome:Viaggi domenicali minimi…percorsi come se fossero la Savana o le Ande.Con lo stesso sguardo degli esploratori che scoprono nuove terre”. 

Che bella definizione “Viaggi Domenicali”! Ogni giorno, anche un giro in città o un viaggetto di pochi chilometri possono donare delle sorprese naturalistiche, architettoniche, storiche … io sono sempre con gli occhi aperti! 🙂

pag.142: “In questi posti … ho l’impressione ci sia il più grande lusso di quest’epoca, ciò che non puoi più comprare: il silenzio e il tempo”.

Soprattutto in montagna, succede anche a me … Seduta su un prato, oppure camminando lungo un sentiero, le ore scorrono lentamente nel completo (o quasi) silenzio. E si attiva finemente l’udito, l’odorato, il tatto … Meraviglioso! 🙂

pag.156:“Un algoritmo … non è in grado di dirci … su come, perchè o con chi vogliamo mangiare un piatto…”

“Le emozioni….rendono la nostra esistenza piena di senso”.

“Le emozioni sono quell’imprevedibile leggerezza dell’esserci che testimoniano il fatto che, a differenza delle macchine, noi viviamo esistenze uniche e irripetibili”.

Sapersi emozionare, davanti ad un film, ad una canzone, ad una persona! Siamo proprio fortunati! 🙂

E poi … poi consiglio di leggere gli articoli dei suoi amici una prima volta quando “ve lo dice” Jova  nel suo Diario e poi una seconda volta, uno a uno, con calma, perchè ognuno è una storia di Vita. Ognuno ha qualcosa che mi ha meravigliato, mi ha fatto sorridere, mi ha fatto pensare … fra tutti …  “UNA MAMMA CHE NON HA PAURA” di Vasilij Grossmann , “OCEANI DI PLASTICA” di Giovanni Soldini e”PRIMA DI INTERNET” di Emma Rathbone .

Mi sa che ho preso la malattia della Hunziker a Sanremo, ripetendo mille volte l’aggettivo Meraviglioso. Da oggi oltre alla ben nota #pieralbertangelaite ho anche la #meravigliosite acuta! 🙂 🙂 🙂 #sempreconilsorriso

E poi … e poi, se vi ho incuriosito,via in libreria (aprendo la porta mi raccomando) altrimenti SBAM! 😉

Buona Lettura!

Mandi Mandi

Beta

P.S. Gli “appunti” che indico sono alcuni di quelli che (per la mia vita) mi hanno colpito di più nella lettura del libro. Il libro è vivo e (come per magia) le sue parole si incastrano perfettamente alla nostra vita. E lo rendono speciale, unico, nostro!

_____________________________________________________

Consiglio di lettura:

“SBAM il diario di viaggio di Jovanotti di Lorenzo”Jova” Cherubini -Mondadori Libri SPA-ed.2017

_____________________________________________________

I miei articoli  NON sono sponsorizzati dai Link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

 

 

CONSIGLIO DI LETTURA … 3

139

Buongiorno!

In questi giorni un pò grigi, cosa c’è di meglio che la lettura a tenermi compagnia?

Un’amica della rete ha parlato di un laboratorio creativo-musicale per bambini prendendo spunto da Kandinskij.

Una decina di anni fa (correva l’anno 2003) sono stata a Passariano di Codroipo-Villa Manin ad ammirare capolavori dell’Arte Astratta, con in primo piano le opere del pittore russo.

Al termine ho acquistato per i miei bimbi un libretto in cui spiegava (anzi spiega!un libro non invecchia mai 😉 ) in modo semplice ma esplicativo, come avvicinarsi alle opere di Kandinskij.

Immagini colorate, personaggi sorridenti (come piace a me! 🙂 ) e in allegato cartoncini colorati con i quali giocare, osservando,creando, (come piace a me! 🙂 ) … per essere ancora più vicini all’idea del pittore e del suo concetto di Astrattismo, “entrando dentro l’universo attraverso la finestra spalancata da Vasilij” !

KANDINSKIJ

Ecco una foto con una delle schede, quella  del DISTRIBU.AUTO.FA.BU. … Distributore Automatico di Facce Buffe!!! Quanto abbiamo giocato! 🙂

Buona lettura e buon divertimento a tutti! … soprattutto a Silvia!

Mandi Mandi

Beta

P.S. Gli “appunti” che indico sono alcuni di quelli che (per la mia vita) mi hanno colpito di più nella lettura del libro. Il libro è vivo e (come per magia) le sue parole si incastrano perfettamente alla nostra vita. E lo rendono speciale, unico, nostro!

____________________________________________________

Libro: Vasilij Kandinskij il tratto, tratto dal ritratto è diventato astratto!

di Paolo Marabotto -ed.Lapis-Roma edizione 2003- ISBN 88-87546-34-7

E’ un libro di qualche anno fa ma …

Cercando in rete, della stessa collana sono stati pubblicati libretti di altri pittori (c’è anche il mio adorato Vermeer! 🙂 ) Farò più attenzione nel bookshop delle mostre o semplicemente  negli scaffali delle librerie. Buona ricerca!

 

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli  NON sono sponsorizzati dai Link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

 

 

CONSIGLIO DI LETTURA … 2

139

Eccomi qua! Nel week end ho terminato di leggere il libro  “I BEATI PAOLI” di Luigi Natoli, ambientata nella splendida Palermo.

Me lo ha consigliato M. (thank you!) una malata come me dell’Arte ( 😉 ) e di “PierAlbertAngelaite” acuta…anzi acutissima! e non siamo le sole! 🙂 … ma questa è un’altra storia!

Il libro? Una emozionante storia, ricca di colpi di scena, d’amore e d’armi come si dice,ti coinvolge nelle varie situazioni dei protagonisti … ti trovi accanto a loro, nei vicoli, nei sotterranei cittadini, nella campagna siciliana, … Me-ra-vi-glio-so!

La stessa sensazione la provo (cambiando epoca e luogo) quando leggo l’Inghilterra di Jane Austen o l’Africa di Wilbur Smith! Sono lì con loro, girovagando tra giardini fioriti, deserti,salottini da thè e piramidi! 🙂

Ieri sera, guardando la prima puntata de “I Medici”… scena:Cosimo (Stuart Martin) e Marco Bello (Guido Caprino) “ti conosco da … anni …siamo come fratelli” … flashback ! sembra un dialogo tra Coriolano e Blasco … l’attore italiano è adatto ad interpretare quest’ultimo! 😉 … ci faccia un pensierino signor regista Giuseppe Tornatore! 🙂

E poi è una lettura “ordinata”, calma, non si “aggrovigliano” le varie vicende e i diversi personaggi, non si crea confusione…un pò come il film Mediceo(altro legame!) dove si alternano storie del passato e del presente.

Scusate ma è difficile spiegare … il bello di un libro è questo! Le parole, i pensieri che leggiamo sono gli stessi ma ognuno di noi ha un “ritorno” diverso, in base alla sua storia personale, alle proprie esperienze, alla propria sensibilità.

Se riuscite a leggere dalla foto qualche titolo della mia libreria, nella maggior parte dei casi, un libro mi “attizza” quando ha qualcosa di reale, concreto, quando la storia si amalgama ad un periodo/ad un avvenimento storico.

Quando lo leggo, vicino ne ho altri: l’Atlante Storico … il Dizionario … l’illustrazione dei costumi vittoriani … le opere di  questo o quell’artista … il libro degli Alberi, delle piante, dei fiori, degli animali … etc. etc. etc. …

Dimenticavo la piantina!!! 😉 e già, in questo caso mi è mooolto servita per “seguire” i passi dei vari personaggi in giro per la meravigliosa Palermo.

Cosa rara ma necessaria, l’ho segnata con pennarelli, evidenziatori…così quando (spero) andrò nel capoluogo siciliano sò già dove guardare.

La prima cosa? Probabilmente farò il giro delle mura per fotografare le Porte (Felice, Nuova, Carini, Vicari,…) ed immaginare la pianura circostante e un cavaliere al galoppo … per poi visitare la Cattedrale, i Quattro Canti e i cunicoli!… ho anche  trovato un sito con descritti vari itinerari in giro per Palermo … clic … copia e salva … e l’avventura di Blasco continua!!!

Cosa ne pensi Daniela?

i-beati-paoli

Mentre leggevo I Beati Paoli, ho anche preso nota del “Domino celeste”, dei diversi nomi di imbarcazioni (feluca, caicco, bastimento, brigantino, vascello) e mezzi di trasporto (portantina, lettiga) e adesso sono qui sul web a visionare le immagini, giusto per curiosità … probabilmente l’anno in cui sono nata è l’anno della Scimmia!!! 😉 … scusate un attimo … clic … clic … clic … no, niente Scimmia, sono Coniglio! 🙂

Buona lettura!

Mandi Mandi

Beta

_____________________________________________________

P.S. Gli “appunti” che indico sono alcuni di quelli che (per la mia vita) mi hanno colpito di più nella lettura del libro. Il libro è vivo e (come per magia) le parole dell’autore si incastrano perfettamente nella nostra vita. E lo rendono speciale, unico, e guarda un pò 🙂 … Nostro!

_____________________________________________________

Per saperne di più:

“I BEATI PAOLI” di Luigi Natoli  – Sellerio editore Palermo

– 2016- EAN 978-88-389-3547-3

 

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli  NON sono sponsorizzati dai Link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

 

 

CONSIGLIO DI LETTURA … 1

139

Buon sabato!

Consiglio (personalissimo!) la lettura dell’ultimo libro di Mauro Corona.

Coinvolgente fino all’ultima pagina … all’atto finale!

Fa riflettere !

Mauro Corona

Mentre scattavo la foto, è apparso un raggio di sole,

filtrato attraverso la tenda!

Protagonista fino alla fine! 🙂

 

Buona lettura e buon fine settimana!

Mandi Mandi

Beta

P.S. Gli “appunti” che indico sono alcuni di quelli che (per la mia vita) mi hanno colpito di più nella lettura del libro. Il libro è vivo e (come per magia) le sue parole si incastrano perfettamente alla nostra vita. E lo rendono speciale, unico, nostro!

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli  NON sono sponsorizzati dai Link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.