FOTO RICORDI e non solo.

141

Buongiorno.

Giorni fa ho letto un interessante articolo di Daniela sull’importanza delle fotografie, delle fotografie STAMPATE.

Condivido il suo pensiero: ormai la possibilità di memorizzarle sui dispositivi digitali ci permette di scattare foto ogni nano-secondo per poi rivederle ed eventualmente correggerle (cosa che io personalmente non faccio mai).

Ma avere fra le mani una foto stampata è un’altra cosa. E’ una felicità impagabile e, come ho scritto a Daniela, fa affiorare diverse emozioni, sempre con un sorriso. 🙂

Ho sempre con me la macchina fotografica, una piccolina, me la porto in borsa anche nei miei spostamenti quotidiani in giro per la città e/o Regione. Non si sa mai cosa posso vedere, incrociare, conoscere. 🙂

ACQUA
… strade ! 🙂

Ed è qua che mi è “scattata” 😉 l’idea di dare un consiglio alle giovani mamme.

Stampate, stampate e stampate le foto dei vostri tesori! Non lasciatele dietro uno schermo … bastano alcune  e poi …

… Bisogna procurarsi degli album di fotografie : vanno bene quelli semplici, con i fogli in plastica, da quattro,sei scomparti per pagina e dei pezzetti di carta (largo al riciclo! 🙂 ) per scrivere la data e il luogo da inserire nella “bustina” assieme alla foto.

Per renderli ancora più personali, sul cartoncino rigido della copertina (facilmente estraibile) si può, con un pò di colla, inserire una etichetta con il nome del bimbo, qualche nostro disegno, ricamo, … , oppure una immagine ritagliata da qualche rivista, … giusto per personalizzarlo un pò. Largo alla fantasia!

Cartoncini, fili colorati e fantasia!

In questi anni ne ho creati per i miei figli:

… per le GITE FUORI PORTA:

la foto in cima alla montagna, o fuori di un Rifugio o vicino ad una tabellonistica che indica il sentiero/ciclovia percorsi, o in uno dei tanti luoghi che andremo a visitare!

… per i COMPLEANNI:

qua è facile: foto del bimbo con la Torta e foto di gruppo con gli invitati!

1-FAMIGLIA

… per la SCUOLA:

la prima cartella, il primo giorno di Asilo, la fine della Scuola con i saluti dei compagni di classe e poi le meritate Vacanze con “l’atterraggio” in corridoio con tutte le cartelle, cartellette,… sparse sul pavimento! 😉

FOSSILI
foto-esempio 😉 🙂 🙂

… per tutti i MOMENTI PARTICOLARI successi giorno dopo giorno in famiglia:

Tutti i nostri e solo nostri, sorrisi insieme. 🙂

porta FOTO

Questi sono i nostri primi porta-foto. Raccoglitori ad anelli, divisi anno per anno,  in azzurro ed in rosa , dalla nascita ai primi anni. Avevamo scattato giusto un paio di foto … all’ora! 🙂 😉 🙂

BIGLIETTO

 

E poi con i quaderni, dei normalissimi quaderni (non si deve spendere un occhio, mi raccomando!) si può creare il LIBRO …

… per la CUCINA:

ve lo ricordate? Il Libro Cucina Baby :ve ne avevo già parlato tempo fa e qui vi consiglio di riciclare le vecchie Agende non utilizzate! 🙂 oppure …

cuocetta
la mia Cuochetta! 🙂

… lo “SPECIAL-ALBUM” :

Per incollare la foto dell’animale visto durante la gita, per annotare il meteo (una nuvola a forma di … 🙂 ), per ricopiare una scritta misteriosa sopra una torre, … insomma tutte le curiosità che li hanno reso felici. E poi … incollare il biglietto d’entrata al Museo, al Parco Giochi, lo scontrino per quel super stra-buonissimisssssimo gelato, la foto-tessera scattata assieme a mamma e papà facendo facce buffissime, … ed ecco creato il super colorato e personalissimo Quaderno delle Vacanze 2018! 🙂

LIBRO DELLE VACANZE
Quaderno delle Vacanze di qualche Estate fa! 🙂

E album dopo album abbiamo collezionato un bel pò di ricordi, di bellissimi ricordi! 🙂

7-FAMIGLIA

A casa nostra, sono già tutti ben sistemati, in ordine, dentro a degli scatoloni, è il loro  “Corredo” moderno! Servirà un T.I.R. quando traslocheranno! 😉

Allora … Buon Divertimento  e … Viva la Fotografia ! 🙂

Mandi mandi

Beta

Per delle belle dritte sulla fotografia “contattate” Riccardo    ed i suoi preziosi consigli. Basta un “click”! 🙂

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli  NON sono sponsorizzati dai link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

 

 

 

UNA CAMMINATA sul…MONTE FESTA – 3

135

Il Monte Festa si affaccia a nord del Lago dei Tre Comuni o Lago di Cavazzo.

Si accede per una comoda strada militare fin quasi in cima dove si trova un Forte Militare della Prima Guerra Mondiale.

Fa una certa impressione, con una nota di rispetto, camminare, guardare l’orizzonte, entrare nel Forte , sapendo che sono gesti, azioni fatte anche quasi cent’anni fa dai nostri soldati, in un contesto, in una situazione diversa ma carica di significato e – ripeto – di massimo rispetto. Leggendo la storia ci siamo accorti che l’abbandono della postazione era avvenuta giusto 99 anni fa.

1
Tabella Descrittiva

La strada militare parte da quota 315, lungo la strada che da Interneppo porta a Bordano ed è comoda, non ha pendenze particolari -dato che doveva rifornire il Forte a monte – e adatta per una escursione in mountain-bike ma a piedi è un pò noiosa e lunga…magari d’estate con le giornate più lunghe…

Adesso, in pieno periodo autunnale,abbiamo optato per il sentiero 838 del C.A.I. , cartina n.13 .

2

Posso assicurarvi che non è come sembra visionando la cartina: non è un sentiero ripido, anche se taglia – e di molto – diversi tornati e tratti stradali.

Il percorso  è ben curato, ben conservato (come del resto il Forte stesso) e immersi nel bosco, ricco di colori, fa passare in secondo piano la fatica. Alcune foto le ho postate anche in un mio precedente articolo !

Sali, sali e finalmente si arriva in cima ed è uno spettacolo.

11

Era da molto tempo che  … passeggiando lungo il Lago o mentre passavo in autostrada lo guardavo e … o prima o poi sarai miooo! 😉

13
Il Monte Festa (a destra) visto dal Lago

La visuale spazia dalla pianura friulana fino al Monte Coglians, la conca Tolmezzina, il Monte Verzegnis, il Monte Amariana, il Fiume Tagliamento, il Fiume Fella, … ME-RA-VI-GLIO-SO!!!!

8
Lago di Cavazzo

E poi una nuova, inaspettata sorpresa!

Mentre eravamo intenti a visitare il Forte, vediamo volare sopra le nostre teste due meravigliosi GRIFONI.

3

Armati di macchina fotografica li abbiamo seguiti nei loro giri intorno al Monte Festa e alla Cima D’Agar, poco distante, finchè…vola vola…non li vediamo più.

“Avranno volato basso, sotto la cima…e proseguito”… ma due escursionisti, anche loro partecipi di questa avventura, ci fanno cenno e … a pochi metri sotto di noi…

SORPRESA!

Tranquillo, tranquillo, uno dei due si è posato su un costone di roccia e … un pò guardandosi intorno, un pò curandosi il piumaggio, ha passato il tempo in nostra compagnia!

7

Un’esperienza unica. Visti in volo diverse volte, sopra Monte Simeone, Monte Cuarnan, Monte Chiampon, Sella Sant’Agnese sopra Gemona del Friuli.

Per non parlare della visita al Centro Riserva di Cornino a Forgaria del Friuli, centro con una nutrita colonia di queste splendide creature.

Ma non ci è mai capitata un’esperienza così da vicino,  fuori dal contesto del Centro e poi del tutto inaspettata.

Sorpresa nella sorpresa!

E’ stata una MAGNIFICA giornata! da URLO !…”ma dai mamma, non sai gridare, figurati urlare!”… ops! 😉 è vero! 🙂 comunque i battiti del cuore erano a mille !!!

Alla prossima escursione.

Mandi mandi

Beta

P.S. A casa ho letto un articolo sui Grifoni di Fulvio Genero sulla rivista OASIS-n.5-anno II -SETTEMBRE-OTTOBRE 1986.Parlava di queste creature osservate nel 1979 lungo le Alpi Orientali, le Alpi Giulie, zona Tarvisio, sulla loro rotta che dalla Dalmazia (e anche più giù) arrivava fino all’Austria, al Salisburghese…dall’articolo si nota il suo amore smisurato verso questi uccelli, magari proprio da questa osservazione sulle nostre Alpi è partita l’idea di creare questa meravigliosa oasi abbracciata dal Fiume Tagliamento e dal Lago di Cornino!

Una curiosità: scrive che non è ben noto il perchè gruppi di Grifoni siano legati a determinate aree o zone montane, in volo non si spostano mai sopra altri rilievi anche se morfologicamente simili. La prova delle nostre osservazioni sempre sopra a determinate montagne (leggi sopra)! … scusate dei molti “SOPRA”! 😉

Mi raccomando quindi:una visita al Centro Visite di Forgaria del Friuli è sempre una bellissima scoperta con molte curiosità.

C’è anche il mio adorato gufo! O prima o poi dovrò vederlo sopra un albero in mezzo al bosco!!! Lui senz’altro mi ha visto, eh! come se mi ha visto!tante di quelle volte, ne sono sicurissssssima! 😉 intanto mi consolo con il gufo forgarese ! 🙂

_____________________________________________________

P.S. I miei articoli  NON sono sponsorizzati dai link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.

oggi CONSIGLIO … UN PUZZLE ! 1

142

In un quadro , dopo aver dato un’occhiata di insieme, mi stupisce sempre trovare e guardare con emozione un Particolare nello sfondo, la trama del tessuto della tovaglia, le pennellate di diversi colori per i petali di un fiore, e poi un cagnolino,una nuvola, dei cavalieri a cavallo, … e alla fine della mia “esplorazione” , allontanandomi,è un’altra cosa il riguardare l’opera.

… per esempio il tondo sul soffitto della Camera degli Sposi di Andrea Mantegna a Mantova …

La prospettiva della balaustra, i volti, il copricapo, il pavone,… magnifico!

A Mantova , quando l’ho visitata, naturalmente non ho potuto osservare il dipinto da vicino, … emozione pura, non sapevo dove guardare, cosa memorizzare da tanto è bella! … e allora (oltre ai libri d’arte fotografici) ho avuto la fortuna di trovare un puzzle tondo che fa bella mostra in camera!

puzzle MANTEGNA

 

Parlando di puzzle, vorrei, attraverso il blog, consigliare al mio amico Massimo di trasformare le sue foto in questo gioco di pazienza e, al termine,di grandi soddisfazioni!

Le immagini sono dei particolari di angoli di edifici, muri di case, natura  morta, acqua, cielo, … sempre viste (come dico io) con il “terzo occhio”, facendo cambiare la visione dell’oggetto scelto.

Guardando i “calici”, l’albero che si “tuffa” nel Lago dei Tre Comuni, la “parete blu” o la “parete gialla”… idea! … sarebbero dei veri e micidiali rompicapo !!!

Anni fa ne ho visto uno, penso da 1000-1500 pezzi,da mio cugino Francesco … raffigurava un uovo “bianco” su sfondo  “bianco”… si vedeva solo il contorno dell’uovooooo !!!  🙂

e allora … Massimo ti aspetto con le scatole da 1500 pezzi! Io sono pronta!  🙂 🙂 🙂

Mandi Mandi

Beta