RIPASSINO sull’EDUCAZIONE STRADALE

142

Dopo le Teste d’Aglio oggi voglio “sfogarmi” con gli incivili in strada.

Bastano poche semplici regole per camminare, andare in bicicletta, guidare. Educazione Civile è anche questa.

Basta RISPETTARE i segnali stradali, tutto qui.

Basta ricordarsi di Mantenere la Destra, sempre! A piedi, in bicicletta e naturalmente in macchina!

Basta alzare gli occhi da quel benedetto telefonino e guardare avanti!

Alcuni esempi? Indico strade della mia città, ma vale per tutto il nostro Bel Paese.

PERCORSO CICLO PEDONALE
esempio: loc.Centro Studi via della Faula

Il cartello “parla” chiaro: i pedoni a destra, le biciclette a sinistra.

STOP
esempio: STOP su via B.da Morcote

Lo STOP, scritto sul cartello e anche sulla sede stradale, indica che la vettura DEVE FERMARSI. Per fare attenzione al passaggio delle biciclette, indicato anche questo da un cartello stradale oppure (es.uscendo dalla superstrada per immettersi nel viale Boccaccio) perchè è una rotonda pericolosa!

SCRISCE CICLO PEDONALI
esempio: Piazzale XXVI Luglio

Passaggio Ciclo Pedonale, lo dice la parola stessa: passaggio delle biciclette e dei pedoni. Le strisce per i due spazi vengono ben indicate. Ci vuole una laurea per capire dove attraversare correttamente??? E, per cortesia, se, da ciclisti, ci si incrocia, MANTENIAMO ognuno la propria DESTRA!

1-guado

E poi i parcheggi! Ce ne sono liberi, a pagamento, sopra terra, sotto terra, … strisce bianche e blu. Di tutto, di più. Eppure alcune civilissssssime persone posteggiano sulle piste ciclabili (es.durante gli Aperitivi lungo – la già stretta -via Mantica), davanti ai portoni, agli angoli delle strade (es. angoli di viale L.da Vinci con via Natolini e via Presani) per non parlare dell’attrazione (NON giustificata da nessun cartellino di Disabilità) verso quei bei parcheggi con le strisce gialle! Il ” Solo per un minuto, che sarà mai!” NON VALE. Si sta sbagliando, PUNTO. Due passi a piedi non ha fatto mai male a nessuno…ed è a costo zero!

ROCCE

Prima che altri mi chiedano che cosa faccio io … rispondo subito. Io RISPETTO.

Rispetto i sensi unici, in bicicletta non vado contromano (es. via Deciani),

… i fanalini della bici accesi anche ad agosto, mentre aspetto che scatti il verde per attraversare il viale cittadino completamente vuoto perchè tutti sono al mare! 🙂 

… rispetto dei limiti di velocità, quelle rare volte che sono in macchina. A questo proposito, a comprova di ciò, alcuni miei familiari non vogliono essere miei graditi passeggeri perchè … vado troppo piano! 😦 Ma io non faccio niente di speciale, rispetto i segnali! 

Ecco: quello che dovevo dire l’ho detto … scritto.

FOSSILI

Grazie per avermi “ascoltata” fino all’ultima riga.

Un ripasso non fa mai male a nessuno.

Fra poco vi delizierò con uno dei miei ultimi lavoretti manuali. 🙂 in attesa del Natale!!!! 🙂 #sorrideresempre .

Mandi mandi

Beta, a casa “la Tedesca”.

PIOGGIA
#VPGR

__________________________

P.S. I miei articoli  NON sono sponsorizzati dai link (cliccare sopra le parole “blu” e/o “rosse”) di rimando o dalle Case Editrici indicate.E’ un mio libero consiglio di lettura e/o comprensione.